Le 12 domande che mai ti aspetteresti in un colloquio

1750

Trovare un lavoro è esso stesso un lavoro, e le variabili che entrano in gioco sono davvero numerosissime: le proprie competenze, l’attitudine, le tempistiche, ma anche un pizzico di fortuna.

Facciamo ora attenzione al colloquio di lavoro: domande intriganti o bizarre possono decidere la sorte di un candidato, per cui sii pronto a dare un’occhiata ad alcune delle domande più strane ricevute o fatte durante un colloquio, divise per 4 aree tematiche e realmente accadute ai nostri professionisti HR e colleghi. Sei pronto?

Ci raccomandiamo: keep calm e…don’t panic!

 

  • Indovina indovinello…

Gli input a seguire sono basati sul ragionamento e sulla razionalità, e ciò che conta non è il risultato corretto. Infatti, lo scopo principale di questo tipo di domande è far ragionare la testa, valutare il problem solving. Hai pochi minuti per rispondere, dai il tuo meglio!

Quanta acqua c’è nel Mar Mediterraneo?

Quante palle entrano in un Boeing?

Quante pompe di benzina ci sono in Italia?

 

  • Stile di vita

Gli argomenti a seguire valutano attitudini o scelte che sottostanno al comportamento del singolo. Dai una risposta che metta in luce i tuoi punti di forza e la tua personalità, e che sia rilevante per la posizione per la quale ti stai candidando.

Perchè ti tocchi la barba?

Che ne pensi di lavorare in infradito?

Preferisci lavorare in ufficio o in macchina, on the road?

Qual è stato l’ultimo cd che hai comprato?

 

  • Esistenzialismo

Queste richieste si riferiscono a preferenze e scelte personali, il che non è così politically correct. La chiave è rispondere non in modo piccato, ma evidenziando anzi la tua etica del lavoro.

Non hai seguito la carriera lavorativa di tuo padre: quanto ne sei frustrata?”

Hai mai avuto problemi a lavorare con capi uomini?

 

  • Nonsense

Ovvero…dici sul serio? Con le domande qui sotto l’intervistatore vuole indagare la tua personalità, capire la tua passione e la reale motivazione. A prescindere dalla risposta, la cosa importante è giustificare il tuo motivo!

Qual è la formula excel che preferisci?

Cos’è lo stress per te?

Last but not least…la domanda più tosta di tutte…

Conosci qualcuno che sarebbe in grado di fare questo lavoro per cui ti candidi meglio di te?”  

 

Infine, secondo la nostra esperienza il miglior modo per brillare in un colloquio di lavoro è intanto avere un CV quanto più aggiornato ed originale: dai un’occhiata ai nostri consigli e candidati ora…ti aspettano varie posizioni aperte!